Settore

Ottimizzare prestazioni e disponibilità di Microsoft Teams

Di Marc Kokje
| | 11 minuti di lettura

Riepilogo

Le misure di distanziamento sociale e di confinamento in casa adottate per contenere il COVID-19 hanno dato un impulso notevole al lavoro da casa. Oggi si lavora sempre più spesso (o quasi esclusivamente) a distanza ed è lecito chiedersi se si verificherà un'inversione di tendenza al termine di questa crisi.


Nota: dal 2021 Microsoft Teams usa il dominio "worldaz.tr.teams.microsoft.com" e il dominio "world.tr.teams.microsoft.com" potrebbe diventare obsoleto in futuro.


Le misure di distanziamento sociale e di confinamento in casa adottate per contenere il COVID-19 hanno dato un impulso notevole al lavoro da casa. Oggi si lavora sempre più spesso (o quasi esclusivamente) a distanza ed è lecito chiedersi se si verificherà un'inversione di tendenza al termine di questa crisi.

Oltre a essere ormai parte integrante del "nuovo" mondo del lavoro per molte aziende, il telelavoro pone anche nuove sfide e domande, come:

  • Gli utenti riescono a usare le applicazioni disponibili in modo efficiente?
  • In che misura le applicazioni sono disponibili negli ambienti privati degli utenti che lavorano da casa?
  • Come deve comportarsi il reparto IT per aiutare gli utenti che hanno problemi con il proprio ufficio domestico?
  • Come sarà possibile pianificare, sviluppare ed eseguire i progetti futuri e a cosa occorre prestare attenzione oggi?
  • Come funzioneranno le nuove applicazioni e i nuovi servizi nell'infrastruttura attuale e occorre adeguare le architetture?
  • Come funzionano le implementazioni dei progetti e quali problemi potrebbero sorgere in fase di migrazione?
  • Il team operativo dispone di tutte le informazioni, le procedure operative standard e la visibilità richieste per garantire il funzionamento delle nuove applicazioni o dei nuovi servizi?

L'importanza dell'esperienza digitale per i dipendenti

Oggi garantire un'esperienza digitale perfetta agli utenti significa rendere accessibili le applicazioni SaaS business-critical e identificare rapidamente la presenza di eventuali problemi. Ora che il lavoro a distanza ha perso i suoi tratti di eccezionalità, le soluzioni per chat e videoconferenze come Microsoft Teams stanno diventando essenziali per garantire la produttività e la collaborazione in campo lavorativo. Infatti, secondo i dati pubblicati da Microsoft, "in Italia, dove si sono applicate misure di distanziamento sociale e confinamento in casa, gli utenti che utilizzano Teams per effettuare chiamate e riunioni sono aumentati del 775% nell'arco di un mese". Per quanto questi servizi servano a semplificare la vita dei dipendenti, i reparti IT si interrogano su come valutare le prestazioni di Microsoft Teams e garantirne la disponibilità ai dipendenti, ovunque si trovino, e su come diagnosticare e risolvere eventuali problemi.

I ThousandEyes Endpoint Agent offrono diverse opzioni per i reparti IT. Questi agent fanno parte del sistema di monitoraggio dell'esperienza digitale di ThousandEyes e forniscono al personale IT informazioni dettagliate sull'infrastruttura sottostante degli utenti finali, oltre a una vista end-to-end del percorso di rete comprendente anche le infrastrutture ISP e SaaS coinvolte, il che è essenziale per una risoluzione dei problemi mirata. Gli Endpoint Agent sono quindi una "finestra" sui singoli utenti utile a garantire loro la migliore esperienza possibile e interventi di assistenza mirati quando si verifica un errore.

Rilevamenti dell'esperienza utente tramite gli Endpoint Agent

Figura 1. Accesso a un sito Web e relativi dati rilevati dall'Endpoint Agent

Visualizzazione dei percorsi Microsoft

Figura 2. Visualizzazione dei percorsi: il percorso dei client Microsoft con un elenco di tutte le responsabilità (ISP/CSP)

Naturalmente queste informazioni sono utili anche per pianificare i progetti futuri, quando i team sono sempre più impegnati nelle fasi di pianificazione, sviluppo ed esecuzione. Ad esempio, abbiamo utilizzato questo approccio per un'azienda multinazionale al fine di testare preventivamente se la disponibilità e l'esperienza utente di un servizio pianificato rispondevano alle esigenze degli utenti nelle diverse regioni. Abbiamo potuto ottimizzare anche l'implementazione e l'operatività della soluzione, essendo ormai chiaro quale fornitore di servizi offrisse la migliore disponibilità e a quali esigenze occorresse rispondere. Tutto ciò ha accelerato l'implementazione, che doveva durare 21 giorni, e ha ridotto significativamente il numero dei ticket di supporto ricevuti.

Prestazioni e disponibilità di Microsoft Teams

Microsoft Teams è un servizio per la collaborazione e la produttività molto utilizzato e apprezzato da tanti nostri clienti ed è per questo che abbiamo deciso di illustrare come monitorare e ottimizzare le prestazioni di questo servizio. Nello specifico, abbiamo voluto concentrarci su due componenti cruciali di Microsoft Teams:

  • Il nodo edge di Teams che gestisce il client Teams e i segnali di chiamata ed è accessibile tramite teams.microsoft.com.
  • Il relay di trasporto di Teams che gestisce tutta la parte multimediale (incluso il relay di trasporto che sarà utilizzato) ed è disponibile tramite world.tr.teams.microsoft.com.

Microsoft ha identificato una serie di soglie metriche consigliate per garantire un'esperienza ottimale all'utente finale. Utilizzandole come metriche di riferimento, sarà possibile validare le prestazioni di ciascun componente.

Requisiti delle prestazioni di rete di Microsoft

Figura 3. Requisiti delle prestazioni di rete forniti da Microsoft

Inoltre, occorre tenere presente che anche il routing delle chiamate è cambiato in quanto ora gli utenti accedono a Teams dai propri uffici domestici anziché dalle sedi aziendali.

Routing del traffico di Microsoft Teams tramite cloud

Figura 4: Routing del traffico di Teams tramite cloud

Per questo esempio, abbiamo configurato questi test negli ambienti di clienti che usano questi due componenti.

Nodo edge di Teams (teams.microsoft.com)

Utilizzando un test automatizzato del server HTTP, siamo in grado di validare l'accessibilità e le prestazioni del nodo edge di Microsoft Teams. Valori come la disponibilità, il tempo di risposta e la velocità di trasmissione forniscono una panoramica immediata della disponibilità e della funzionalità del servizio. Così è possibile riconoscere le anomalie e concentrarsi sui sistemi utente problematici con una certa rapidità. L'Endpoint Agent installato agisce proprio come se l'utente stesse accedendo a teams.microsoft.com.

Errore DNS Nord America di Teams

Figura 5. Errore DNS relativo a due utenti del Nord America che cercano di connettersi a teams.microsoft.com

Le correlazioni tra dataset di origini diverse tipiche di tutti i test ThousandEyes permettono di avere visibilità non solo sul livello server HTTP, ma anche su altri livelli come la rete e di acquisire, così, un quadro dettagliato comprendente le singole metriche relative alla perdita di pacchetti, alla latenza, ai jitter, agli errori di connessione TCP oltre a informazioni di sistema come l'utilizzo della CPU e della memoria. A questi dati si aggiunge la nostra visualizzazione dei percorsi, che offre anche una panoramica end-to-end per determinare con celerità e facilità l'anello problematico della catena e il diretto responsabile (router/Wi-Fi domestico, provider di servizi, ecc.).

Perdita di pacchetti di utenti Teams in Giappone

Figura 6. Utenti in Giappone con frequenti perdite di pacchetti quando accedono a teams.microsoft.com

Relay di trasporto di Teams: world.tr.teams.microsoft.com

In questo esempio, ricorriamo a un test di rete per determinare la disponibilità del relay di trasporto e la qualità del servizio. Un test automatico conforme al piano viene eseguito dai rispettivi Endpoint Agent sui sistemi degli utenti e restituisce un elenco dettagliato di valori importanti, con tanto di visualizzazione dei percorsi end-to-end.

Test di rete del relay di trasporto

Figura 7. Test di rete del relay di trasporto con le relative alternative di report

Cosa è cambiato, dunque, dall'inizio del lockdown e che impatto ha avuto su Microsoft Teams?

Il report qui di seguito mostra come la perdita di pacchetti in orario di ufficio sia aumentata fino al 17%, un fenomeno a noi sconosciuto prima del COVID-19 e del lockdown.

Perdita di pacchetti durante le normali ore

Figura 8: Perdita di pacchetti in diverse regioni, soprattutto durante le normali ore di ufficio

Combinando la visualizzazione dei percorsi con le nostre correlazioni tra dataset di origini diverse, possiamo determinare velocemente l'origine di questa perdita di pacchetti.

Perdita di pacchetti della rete ISP

Figura 9. Perdita di pacchetti all'interno della rete ISP

Conclusioni

L'esperienza utente digitale è di estrema importanza nel mondo odierno, ma lo diventerà ancora di più nel tempo. Il COVID-19 ha condizionato in modo duraturo le imprese e i loro dipendenti, ma le tendenze attuali verso la trasformazione digitale e l'utilizzo di servizi cloud come SaaS, SASE, PaaS, IaaS, ecc. garantiranno la centralità futura dell'esperienza digitale.

Le informazioni generate da ThousandEyes permettono ai reparti IT di offrire un servizio di assistenza migliore agli utenti remoti. Queste informazioni sono condivisibili con i provider di servizi tramite una funzione apposita, per promuovere una maggiore collaborazione nel processo di risoluzione dei problemi. Si eviteranno così tempi MTTR lenti e i continui rimpalli tra operatori dell'assistenza clienti.

ThousandEyes è la piattaforma strategica di intelligence di rete e cloud per tutte e tre le fasi di pianificazione, sviluppo ed esecuzione e supporta già molti clienti nel loro percorso di trasformazione digitale. Contattaci oggi stesso per prenotare una demo personalizzata e parlare dei tuoi programmi per l'esperienza digitale.

Subscribe to the ThousandEyes Blog

Stay connected with blog updates and outage reports delivered while they're still fresh.

Upgrade your browser to view our website properly.

Please download the latest version of Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

More detail